La storia di Escobar: gettato a morire in un pozzo, ora sta meglio e cerca casa

martedì 22 novembre 2016
Questa rubrica nasce con l'intento di aiutare i nostri amici animali. Inviate le vostre segnalazioni su adozioni o smarrimenti all'indirizzo redazione@leccesette.it, allegando le foto e specificando contatti, luogo dove si trova, informazioni sulle condizioni di salute dell'animale, età, peso, eventuale luogo/data e ora dello smarrimento. Selezioneremo le vostre richieste.

Specificate nell'oggetto della mail la voce "Adottami" o "Cercami".

Adottami!  
 

Lui è Escobar, un sopravvissuto alla cattiveria umana. Gettato a morire in un pozzo, ha resistito per giorni senza cibo nè acqua prima di esere salvato. "Vi chiedo di leggere la sua storia con molta attenzione" racconta la volontaria Lucia Cavallo "Quando ho appreso quello che gli era successo e dopo aver visto i suoi occhi, ho deciso che avrei fatto di tutto per regalargli la famiglia speciale che tanto merita. Glielo devo e glielo ho promesso ma ho bisogno della aiuto di voi tutti".

Escobar è un maschio di corso di circa 4 anni che ad agosto quasi per caso è stato trovato in condizioni disumane. A salvarlo una ragazza che ha sentito i suoi lamenti strazianti provenire da una profonda vasca di liquami. La scena che vide era sconvolgente: un cane corso, ormai ridotto ad uno scheletro, era steso sul fondo tra i rifiuti. Non si reggeva in piedi e con ogni probabilità era stato gettato lì da qualcunoche voleva disfarsene, come fosse un rifiuto. Quel mucchio di ossa ricoperto solo da pelle era Escobar, doveva essere un cane corso imponente e forte e invece era qualcosa di impressionante. Gli erano rimaste solo pochissime forze per lamentarsi, la sua fortuna è stata che la ragazza non si è voltata dalla altra parte, ma ha subito chiamato i vigili del fuoco per tirarlo su da quella vasca, che altrimenti sarebbe stata la tomba a cielo aperto per il povero Escobar. L'operazione di recupero nonèstata semplice, hanno dovuto faticare non poco per portarlo in superficie. Escobar non ha mollato ed è tornato in vita.
"Una persona speciale da tre mesi lo tiene in stallo e si é data da fare per curarlo nel corpo e nell anima" racconta ancora Lucia cavallo. "Ora Escobar è un vero cane corso, ha recuperato le sue forze e il suo peso, amabile e molto, molto affettuoso. È sanissimo, negativo a leishmania, filaria ed erlichia. Ha soltanto un occhio offeso, probabilmente cieco. Per Escobar cerchiamo una famiglia che sappia amarlo, che lo faccia sentire importante, che lo tenga sempre a contatto con le persone. Se qualcuno pensa di volerlo adottare per tenerlo segregato in giardino, magari a fare la guardia, è meglio che non chiami per non farci perdere tempo. Escobar è un cane buonissimo e socievole con tutti. Puó benissimo inserirsi anche in un contesto dove ci sono altri cani. Con i gatti ancora non è stato testato.
Si affida vaccinato, microchipparlo, castrato, a persone disposte a compilare prima il questionario di preaffido e poi ad accettare accurati controlli pre e post affido".
Per info chiamare o mandare un messaggio ai numeri 338/8831011; 349/8311768 

In gallery le foto di Escobar durante il salvataggio e di come è ora, dopo le cure.

Altri articoli di "Adottami!/Cercami! "
Adottami!/Cercami..
15/01/2017
Si trova in provincia di Brindisi ed è una futura taglia media. Leo detto ...
Adottami!/Cercami..
14/01/2017
Questa rubrica nasce con l'intento di aiutare i nostri ...
Adottami!/Cercami..
11/01/2017
Questa rubrica nasce con l'intento di aiutare i nostri amici animali. Inviate le vostre ...
Adottami!/Cercami..
09/01/2017
Questa rubrica nasce con l'intento di aiutare i nostri ...
 Giovedì 26 gennaio (ore 20.30) una divertente rappresentazione della vita quotidiana dei teatranti, tra ...