Quarta, una passione lunga più di 70 anni: tutto l'amore per il territorio in una tazzina di caffè

mercoledì 4 gennaio 2017

Non solo caffè da Quarta Store. Lo storico brand leccese, vero manifesto per il Salento, è diventato grande. Partito più di 70 anni fa, col tempo ha accolto le richieste di un territorio sempre più esigente, fino a diventare un punto di riferimento per l'offerta dolciaria del Salento. 

Un'esperienza che parte dal lontano 1943, quando i nonni paterni diedero vita al marchio Quarta che ancora oggi è sinonimo di qualità e impegno e i cui eredi, ormai alla terza generazione, portano avanti con passione. Tra loro, Stefania Quarta, anima del Quarta Store, cresciuta tra aroma di caffè e amore per il lavoro.

"La mia esperienza è l'esperienza di mio padre e prima ancora dei miei nonni. È la storia della passione per l'eccellenza iniziata da una tazzina di caffè e da una piccola torrefazione con un macinino di soli 7 chili e un piccolo bar da cui passavano gli aviatori che” racconta “nel corso degli anni, grazie all'esperienza di mio padre, Don Pino, ha rappresentato la prima scuola dei baristi salentini. Ha insegnato così non solo come fare una buona tazza di caffè, ma soprattutto la dedizione al cliente, la formazione del personale e non da meno la costante ricerca di prodotti dal sapore autentico che è quello che i clienti continuano a ritrovare nei nostri punti vendita Quarta di via V. Fazzi e di via N. Foscarini". 

Il tempo non ha sciupato i valori dell'azienda, ancora tutta incentrata su una certosina attenzione per i dettagli e sull'attenzione al cliente.
“La nostra prima regola è ascoltare i clienti” racconta ancora Stefania Quarta “è così che si cresce e si capisce anche in che direzione andare. Proprio dalle esigenze avanzate nel tempo dai clienti sono nate le nuove esperienze di AvioSelezione. Ne è un esempio Naho, lo store su Viale Japigia, che offre una vasta gamma di prodotti per esigenze speciali, dal bio ai prodotti senza glutine e senza lattosio. Un modo per rispondere anche ad una fetta di mercato con particolari esigenze, proponendo non solo prodotti alimentari, come nella tradizione Quarta, ma anche cosmetici, fitoterapici, gemmoterapici, ecc...”

Il punto di forza del brand rimangono comunque i prodotti alimentari. Nei due punti vendita di via Foscarini e via Fazzi l'offerta è enorme. Oltre alle immancabili miscele di caffè, Quarta seleziona una serie di prodotti dolciari di eccellenza, ospitando non solo altri marchi di qualità, ma commissionando prodotti su richiesta ad artigiani. Nasce così, ad esempio, uno dei prodotti di punta di queste festività, il tronchetto al caffè, su ricetta Quarta e realizzato ad hoc da un pasticcere salentino.

Ma quali sono stati allora i prodotti di punta del Natale 2016?
“Certamente dolcezze e golosità che esaltano e valorizzano il territorio” spiega ancora Stefania Quarta. “Abbiamo registrato una buona risposta anche per i nuovi prodotti a marchio Quarta lanciati sul mercato proprio nel periodo natalizio: dalla crema di caffè con mandorle al liquore di caffè con anice, dal tronchetto al caffè ai tartufi passando per biscottiere ripiene di delizioso cioccolato e tazzine da caffè”.

Quarta, tra cioccolatini e leccornie, propone difatti anche dei prodotti in ceramica brandizzati. E in linea con la filosofia dell'azienda, anche il nuovo logo è stato pensato per racchiudere simbolicamente il territorio. A spiegarlo è Viviana Bello, addetta alla comunicazione: “Il logo, realizzato da Elisa Costa, racchiude alcuni dei simboli a noi più cari: il rosone barocco di Santa Croce, il tipico ricamo a chiacchierino, il riccio di mare. Dunque diverse 'cartoline' del Salento racchiuse in un unico disegno grafico. Ci sembrava potesse ben rappresentarci, esprimendo simbolicamente l'amore per il territorio e per la bellezza in tutte le sue forme”.

L'attenzione per l'estetica, e non solo per la qualità dei prodotti, è difatti un must di Quarta. Ne sono prova le vetrine, tanto curate da essere oggetto di visite ad hoc di autoctoni e turisti. E proprio a questi ultimi è rivolta una particolare attenzione. Quarta è diventato nel tempo anche una sorta di ambasciatore del Salento oltre confine. Sono tanti difatti i clienti che, avendo conosciuto i prodotti, li acquistano anche online, per sé o scegliendo di regalarli. Discorso a parte poi quello dei tanti salentini che si fanno inviare i prodotti per riassaporare la propria terra. “Tanto che” come racconta ancora Viviana Bello “Non è insolito che durante le telefonate per concordare delle spedizioni, dall'altra parte del telefono ci sia qualcuno che ne approfitti per avere notizie del Salento, affamato di una inflessione amica e di un legame con il territorio”.

Sotto Natale l'offerta è cresciuta. Oltre ai classici punti vendita, quest'anno è stata sperimentata la forma del “Temporary Store”, “un esperimento, come ce ne sono in altre zone del mondo, molto stimolante per un'azienda dinamica come Quarta” spiega ancora Viviana Bello "Stimolante è stato soprattutto poter offrire un ambiente diffuso dove far respirare la magia del Natale e un nuovo modo di fare regali. La cosa più bella è stato vedere che i clienti  stessi per primi hanno intravisto e riconosciuto il valore aggiunto del fare rete, quindi aver apprezzato il partenariato commerciale con altri imprenditori della nostra realtà territoriale". 

Al di là dei periodi “speciali”, l'offerta di Quarta dura comunque tutto l'anno. Certo, con la Befana alle porte, lo store diventa un vero e proprio paradiso. È qui che si trova proprio di tutto per far felici grandi e piccini, sicuri di regalare bontà e prodotti d'eccellenza.

Quarta Store sono a Lecce in via V. Fazzi, 35 e in via N. Foscarini, 35

Naho - lo store del biologico - è in viale Japigia, 20.

Altri articoli di "Speciale Natale"
Speciale Natale
23/12/2016
Mille declinazioni della parola cultura. Da ...
Speciale Natale
12/12/2016
  Nel negozio in piazza Sant'Oronzo giochi da 0 a 99 anni: natura, scienza e ...
Speciale Natale
29/11/2016
Un trionfo di sapori e bellezza, tutto nel nome del ...
Speciale Natale
24/11/2016
Il Natale, si sa, è dei bambini. A loro è ...
Dal 21 al 29 gennaio torna a Lecce il festival dell’arte e della letteratura per ragazzi per “scrutare ...