Morte anziano a Trepuzzi, il Comune: "Seguito costantemente dai servizi sociali"

mercoledì 11 gennaio 2017
Il sindaco Taurino precisa: "Pasti caldi e assistenza erano garantiti giornalmente" 

“L'anziano di Trepuzzi trovato morto a causa del freddo era seguito attentamente e costantemente dai servizi  sociali del Comune di Trepuzzi”. Lo precisa in una nota l'Amministrazione comunale guidata da Giuseppe Taurino all'indomani del tragico ritrovamento del corpo senza vita dell'uomo che viveva solo in un monolocale senza riscaldamento.

“I pasti, i servizi di prima necessità e l’assistenza, comprensivi di pulizie e manutenzione dell’appartamento, erano garantiti esclusivamente dal Comune di Trepuzzi. Ogni giorno il servizio mensa si occupava di fornire pasti caldi  anche a  Natale, Capodanno e festività tutte. Il Comune ha svolto i suoi compiti istituzionali con cura e attenzione. Il sig. C.S. aveva comunicato al servizio mensa, più precisamente all'operatore addetto alla consegna dei pasti a domicilio, in data 1 gennaio 2017, che si sarebbe dovuto ricoverare il giorno successivo (il 2 gennaio 2017) e che non necessitava della consegna dei pasti fino al suo ritorno, che sarebbe comunque stato comunicato per tempo. Nonostante ciò, il 2 gennaio l'operatore si è  preoccupato della consegna del pasto e si è recato presso l'abitazione di via Dante a Trepuzzi, ma  dopo aver bussato e non aver  ricevuto alcuna risposta ha supposto che l'anziano si fosse ricoverato in ospedale come annunciato.

Solo l’allarme lanciato da una parente a lui vicina che non riusciva a mettersi in contatto con lui- e non dal figlio - ha messo in moto le ricerche e poi il ritrovamento con la relativa constatazione del decesso per cause naturali da parte del medico curante. Il Sindaco, le Forze dell’Ordine e i servizi sociali del Comune di Trepuzzi  si sono recati sul posto per verificare l’accaduto”. 

“Il Comune di Trepuzzi ha provveduto  in maniera attenta, puntuale e diligente all'assistenza dello sfortunato anziano  in tutti questi anni- dichiara il sindaco Giuseppe Taurino - tengo a sottolineare, come la legge preveda l’assistenza da parte dei figli. Per l’art. 443 C.C.: il genitore ha diritto ad ottenere la corresponsione degli alimenti da parte del figlio qualora si trovi in stato di bisogno ovvero nell'incapacità di provvedere da se al soddisfacimento dei bisogni fondamentali della vita. Il mancato adempimento degli obblighi alimentari da parte del figlio potrebbe integrare il delitto di violazione degli obblighi di assistenza familiare di cui all'articolo 570 del codice penale. Ci dispiace dover mettere in evidenza che tale assistenza era garantita solo ed esclusivamente dal Comune di Trepuzzi".

Altri articoli di "Politica"
Politica
19/01/2017
Pubblicato il Piano Triennale delle Opere del Comune di ...
Politica
19/01/2017
L'ex assessore di Palazzo Carafa a colloquio con il ...
Politica
19/01/2017
La denuncia dello Sportello dei diritti: “Allagamenti ...
Politica
18/01/2017
La gara riguardava un bacino di 50mila abitanti dei comuni di Tricase, Tiggiano, ...
Dal 21 al 29 gennaio torna a Lecce il festival dell’arte e della letteratura per ragazzi per “scrutare ...